Cibo e salute nella terza e quarta età fra bisogni, opportunità e qualità della vita
Un incontro fra esperti per indicazioni, iniziative e comunicazione sociale

Roma, sabato 27 gennaio 2001 – ore 9.00 – Sede Rai – Viale Mazzini, 14 – Sala degli Arazzi

Promosso da:
Rai Segretariato Sociale – INRAN – ADI – SINU – SISA – Università La Sapienza di Roma – Università Tor Vergata, Roma – Università dell’Aquila – Università di Parma – Università di Viterbo – Comune di Roma, area III età – Federalimentare

Apre i lavori il Prof. Pietro A. Migliaccio – Ospite d’Onore: Prof. Aldo Mariani Costantini

LA SALUTE NELL’ANZIANO

Chairman: Proff. Pietro A. Migliaccio, E. Cialfa, C. Cannella, E. Del Toma

Prof. V. Marigliano:
– L’invecchiamento della popolazione: un fenomeno in evoluzione. La longevità problema multifattoriale tra genetica ed ambiente: ruolo dell’alimentazione

Prof. A. Strata:
– Fabbisogno nutrizionale nella III e IV età

Discussione

Chairman:
Prof. E. Cialfa

Dott. S. Ronzoni:
– L’alimentazione dell’anziano in famiglia e nelle case di riposo

Dott. V. Taccioli:
– Situazione delle case di riposo per gli anziani del Comune di Roma

Prof. G. Caldarone:
– Nutrizione ed attività fisica nell’età avanzata

Discussione

Chairman:
Prof. C. Cannella

Prof. G. Tomassi:
– Gli integratori alimentari

Prof. G.B. Quaglia:
– Metodologie di preparazione e di conservazione degli alimenti; prodotti monodose in commercio e prospettive

Prof. A. Raimondi:
– Gli alimenti del nuovo Millennio tra speranze e timori

Discussione

Chairman:
Prof. E. Del Toma

Prof. R. Conforti:
– Nutrizione e tono dell’umore

Prof. A. D’Amicis:
– Il problema dell’obesità nell’anziano
Discussione

NUTRIZIONE E MALATTIA

Chairman: Prof.ssa M. A. Spadoni, Prof.ssa M. R. Bollea, Dott. C. Romeo

Prof. M. Ticca:
– La sete e il bilancio idrico nell’anziano

Prof. A. Ghiselli:
– Le bevande alcoliche nella III e IV età

Dott.ssa S. Migliaccio:
– L’osteoporosi senile: il ruolo dell’alimentazione e della terapia farmacologica

Discussione

Chairman:
Prof.ssa M. R. Bollea

Prof. L. M. Donini:
– Malnutrizione calorico-proteica: cause sociali e costi

Dott. F. Vetta:
– Malnutrizione calorico-proteica e patologia dei vari organi ed apparati

Dott. L. Piretta:
– Anoressia nell’anziano e disturbi dell’assorbimento

Discussione

Chairman:
Dott. C. Romeo

Prof. L. Onder:
– Responsabilità dei mass-media nella corretta informazione alimentare

Discussione

Chiude i lavori il Prof. Aldo Mariani Costantini

Relatori e partecipanti:
Dott. Giovanni Anversa (Giornalista);
Prof.ssa Maria Rosa Bollea (Titolare della Cattedra di Nutrizione Clinica dell’Università di Tor Vergata, Roma);
Dott.ssa Anna Maria Brancati (Responsabile U.O. Geriatrica INRCA)
Prof. Giovanni Caldarone (Presidente ADI Regione Lazio, Inc. Medicina dello Sport, Università di Urbino);
Prof. Carlo Cannella (Ordinario di Scienza dell’Alimentazione dell’Università La Sapienza di Roma);
Dott.ssa Valdisa Celli (Università la Sapienza di Roma, Dipartimento di Scienze dell’Invecchiamento);
Prof. Eugenio Cialfa (Direttore Generale dell’INRAN);
Martina Comuzzi (Dietista);
Prof. Raffaele Conforti (Specialista in Geriatria e Gereontologia, Dirigente Residenza Sanitaria Assistita Geriatrica);
Dott. Paolo Conti (Giornalista, Il Corriere della Sera)
Prof. Aldo Mariani Costantini (Presidente Onorario della SINU);
Prof. Amleto D’Amicis (Direttore dell’Unità di Statistica dell’INRAN);
Dott. Arnaldo D’Amico (Medico – Giornalista, La Repubblica);
Prof. Eugenio Del Toma (Past President ADI, Primario Dietologo Emerito);
Dott. Vincenzo De Nicola (Consorzio per la promozione della Dieta Mediterranea);
Dott. Vincenzo Dona (Unione Nazionale Consumatori);
Prof. Lorenzo Maria Donini (Professore Associato di Scienza dell’Alimentazione, Università La Sapienza di Roma);
Dott.ssa Stefania Falcone (Specializzanda in Endocrinologia e Malattie del Ricambio, Università La Sapienza di Roma);
Prof.ssa Maria Antonia Fusco (Presidente ADI, Primario U.O. di Dietologia e Nutrizione Clinica, Azienda Ospedaliera S. Camillo-Forlanini);
Dott. Andrea Ghiselli (Primo Ricercatore INRAN);
Dott. Albino Longhi (Direttore TG1);
Dott. Antonio Lubrano (Giornalista);
Dott.ssa Maria Rita Lupattelli (Cattedra di Nutrizione Clinica, Università Tor Vergata, Roma);
Prof. Marcello Marcelli (Primario Dietologo, Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata);
Prof. Vincenzo Marigliano (Prof. Ordinario, Università La Sapienza di Roma, Direttore del Dipartimento di Scienze dell’Invecchiamento);
Dott.ssa Carla Massi (Giornalista, Il Messaggero);
Prof. Pietro A. Migliaccio (Lib. Doc. Scienza dell’Alimentazione, Spec. Gastroenterologia);
Dott.ssa Silvia Migliaccio (Ricercatrice dell’Università dell’Aquila, Membro dell’American Society for Bone and Mineral Metabolism – ASBMR-);
Silvana Nascimben (Dietista);
Dott. Luciano Onder (Vice Direttore TG2);
Dott. Luca Piretta (Gastroenterologo, Policlinico Umberto I, Roma);
On. Amedeo Piva (Assessore ai Servizi Sociali);
Sara Quadrini (Dietista);
Prof. Giovanni Battista Quaglia (Dirigente dell’Unità di Tecnologie Alimentari Speciali dell’INRAN);
Dott. Luca Ragaglini (AIDI);
Prof. Aldo Raimondi (Presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione, Direttore dell’Istituto Studi e Ricerche Nutrizione ALPE ADRIA);
Dott.ssa Elena Ricciardi (Università la Sapienza di Roma, Dipartimento di Scienze dell’Invecchiamento);
Dott. Carlo Romeo (Responsabile del Segretariato Sociale e Rapporti con il Pubblico, Rai);
Dott.ssa Donatella Romitelli (Assistente Sociale, U.O. area III^ età, V Dipartimento Servizi Sociali del Comune di Roma);
Dott. Stefano Ronzoni (Cattedra di Nutrizione Clinica, Università Tor Vergata, Roma);
Dott. Daniele Rossi (Direttore Generale della Federalimentare);
Dott. Giorgio Sampietro (Presidente della Federalimentare);
Prof.ssa Maria Antonietta Spadoni (Già Direttore dell’Unità di Nutrizione Sperimentale e Docente in Scienza dell’Alimentazione);
Prof. Andrea Strata (Titolare della Cattedra di Nutrizione Clinica dell’Università di Parma);
Dott.ssa Maria Teresa Strumendo (Internista, Esperta in Nutrizione);
Dott. Vitaliano Taccioli (Direttore Area Case di Riposo, Comune di Roma);
Prof. Marcello Ticca (Direttore dell’Unità di Documentazione dell’INRAN);
Prof. Gianni Tomassi (Ordinario di Scienza dell’Alimentazione dell’Università della Tuscia, Viterbo);
Dott.ssa Silvia Tortora (Giornalista);
Dott. Francesco Vetta (Geriatra, Cattedra di Nutrizione Clinica, Università Tor Vergata, Roma)

LA DIETA PER l’ANZIANO: IL DECALOGO PER LA TERZA E QUARTA ETÀ

Invecchiare bene è possibile

  • In caso di dimagrimento e/o di mancanza di appetito consultare sempre il proprio medico
  • Il sovrappeso e l’obesità rappresentano un fattore di rischio per la salute ed aggravano tutte le patologie dell’anziano
  • L’attività fisica rallenta i processi di invecchiamento e migliora tutte le prestazioni della vita di relazione e quindi la qualità della vita
  • Una dieta ricca di calcio (latte e derivati) e l’esercizio fisico aiutano il nostro scheletro a mantenersi in forma
  • Non abusare nell’uso dei farmaci; le autoprescrizioni sono valide solo per piccoli e noti disturbi
  • La longevità si conquista anche a tavola


Le Regole alimentari:

 

  • Mangiare variato
  • Masticare gli alimenti con cura per migliorarne la digestione
  • Fare pasti leggeri e frequenti
  • Consumare almeno tre pasti nella giornata, e quindi non saltare mai la prima colazione
  • Una tazza di latte o una minestrina, come cena, non assicurano un adeguato apporto di energia e nutrienti
  • Cucinare in modo semplice senza eccedere con i grassi da condimento e le salse
  • Salare le pietanze con moderazione
  • Mangiare tutti i giorni cereali (pane, pasta, riso, crackers, polenta, ecc.)
  • Contenere la quantità di zucchero da tavola e limitare le bevande zuccherine
  • Per evitare la stipsi mangiare tutti i giorni verdure (fresche o surgelate, crude o cotte) ed almeno un frutto di stagione ben maturo
  • Bere acqua frequentemente, nel corso della giornata, anche se non si avverte lo stimolo della sete (segnale che nell’anziano non è sufficientemente sensibile)
  • Bevande alcoliche? si ma a bassa gradazione (vino o birra), in quantità moderata e possibilmente durante i pasti. Chi non beve alcolici non cominci a farlo ora
  • Dolci sì, ma con parsimonia
  • Integrazioni di vitamine e sali minerali? Si, ma solo se il medico lo giudica necessario e alle dosi consigliate
  • Leggere le etichette riportate sulle confezioni degli alimenti: si potrà conoscere il modo di preparare e conservare il cibo acquistato e la relativa scadenza
  • Se si hanno disturbi della masticazione controllare i denti e: consumare alimenti morbidi, quali purè, minestre, uova, pesci, carni tritate, formaggi freschi, yogurt
  • consumare pane tenero, mollica di pane ed in alternativa grissini e fette biscottate
  • scegliere frutta ben matura e facile da schiacciare come banane, pesche, pere, fragole oppure preparare frullati con la frutta più dura o spremute con gli agrumi


Le Regole di vita:

È preferibile mangiare in compagnia: organizzarsi con gli amici
Fare passeggiate all’aria aperta tutti i giorni
Curare la propria persona
Coltivare hobby (bocce, gioco delle carte, dama, scacchi, parole crociate, ecc.)
Mantenere attiva la sfera sessuale
Mantenere interesse per gli avvenimenti e seguire i cambiamenti della società. Pertanto:
Leggere giornali e libri (anche fumetti)
Guardare la televisione ma senza esagerare
Ascoltare la radio
Andare al cinema o al teatro
Partecipare a gruppi e collettività culturali o ricreative
Figli, nipoti, parenti ci danno la gioia di vivere. Frequentiamoli.